E’ disponibile la gestione del nuovo registro provvisorio delle Unioni civili all’interno del software dei demografici in base alla normativa vigente.

Per utilizzare il registro provvisorio delle Unioni civili è necessario effettuare l’aggiornamento del software dei demografici alla versione 16.2.0. Inoltre è disponibile un video esemplificativo, della durata di 20 minuti circa, che mostra l’utilizzo di tale registro.

Per guardare il video accedi alla sezione “Formazione a Distanza” del sito di Studio K, scegli come categoria di corso “Settore demografici“, poi clicca su “Stato Civile” ed infine su “Unioni Civili“.

Il registro provvisorio è disciplinato dal DPCM 23 luglio 2016, n. 144 Regolamento recante disposizioni transitorie necessarie per la tenuta dei registri nell’archivio dello stato civile che regola le modalità per la tenuta dei registri nell’archivio dello stato civile e rimanda al Ministero dell’Interno la redazione delle formule per le Unioni civili degli atti di stato civile contenute nel decreto del Ministero dell’Interno del 28 luglio 2016.

FAD anagrafe